La nostra storia - Osteria Palmira

Vai ai contenuti

Menu principale:

La nostra storia

Na vorta nel Rione....
Giranno pe er Rione, ormai cambiato,
ritorno alla mente cor passato.
Na via dove stava n'osteria,
dalle Carrette è diventata bosco,
e dato si che n'era così grosso,
er nome fu cambiato in del boschetto.
Profumi de pajata e coda ar sugo,
amatriciana vera e carbonara,
vagavano nell'aria fino a quanno,
t'aritrovavi davanti er poro nonno.
Er cuoco amatriciano e monticiano,
che tra i fornelli aveva na poesia,
lasciò st'eredità de sta cucinà,
alla sua moje e a tutta la famija.
Nonna Palmira, na cuoca eccezzionale,
te fa l'amatriciana originale,
niente cipolla, o pancetta che non vale,
solo e soltanto il vero e unico guanciale.
Sti odori erano persi, ormai spariti,
li ritrovavo solo a casa mia,
ma ecco che ritornano squisiti,
in questa nuova e bellissima Osteria.
Daniele

 
Torna ai contenuti | Torna al menu